Valentino ne ha abbastanza della sua boutique su Fifth Avenue: fine del contratto di locazione

Valentino cita in giudizio il proprietario del suo flagship store americano sulla Fifth Avenue a Manhattan. In questi giorni, la maison italiana sta cercando di annullare il contratto di locazione dopo che con il Covid l’apertura del negozio è diventata impossibile.

È proprio nella Grande Mela che Valentino ha trovato casa e fortuna con quei 1.860 metri quadrati totali di spazio dove anni fa si raccolse una capsule collection di prêt-à-porter e accessori uomo e donna.

Ora, nella denuncia formale, Valentino fa sapere che il negozio, due isolati a sud della Trump Tower, non può più operare “in linea con la reputazione lussuosa, prestigiosa e di alta qualità” dell’area in cui è localizzato. Al proprietario Savitt Partners è stata data notizia che entro la fine del 2020 quel contratto di locazione avviato nel 2013, e in scadenza nel 2029, sarà annullato.

Una causa già presentata da Valentino Spa in corte. In effetti, della vecchia Fifth Avenue è rimasto, ad oggi, un lungo marciapiedi assolato e perlustrato da guardie di fronte tavolozze di legno per proteggersi dai saccheggiatori.

FOTO – Boutiques Valentino

Columbus International

Fonte: The Wall Street Journal